Ministero della Cultura

Menu
Sei in: Home / Attività / Progetti

Giornate europee del Patrimonio 2019. Sabato 21 e domenica 22 settembre 2019.

Come ogni anno ritorna uno degli appuntamenti più attesi all’interno del calendario di iniziative promosse dal Ministero per i Beni e le Attività culturali: le Giornate Europee del Patrimonio (GEP), European Heritage Dayd (EHD).

La manifestazione avrà luogo su tutto il territorio nazionale ed europeo nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 settembre 2019 e ha come obiettivo quello di favorire la conoscenza del patrimonio culturale e la partecipazione attiva di tutti i cittadini. La tematica individuata per l’edizione di GEP 2019 è Un due tre… Arte! Cultura e intrattenimento” e rappresenta un’occasione per riflettere sul benessere che deriva dall’esperienza culturale e sui benefici che la fruizione del patrimonio culturale può determinare in termini di divertimento, condivisione, sperimentazione ed evasione.

Ogni forma di gioco, nella sua accezione più tradizionale, rappresentata dai manufatti rinvenuti negli scavi archeologici, da rappresentazioni iconografiche, dai tradizionali giochi di strada, fino alle esperienze tecnologiche più innovative può essere presa in considerazione.

Ma tutte le arti visive e performative e le rappresentazioni della cultura locale sono forme di intrattenimento culturale, dedicate all’evasione ma anche veicolo di interpretazione del passato, di riflessione sul presente, di visioni sul futuro. Dalla musica al design e alla moda, dalla danza alla letteratura, dalla fotografia al teatro, dalle feste e tradizioni popolari al cinema, tutte le forme artistiche concorrono a formare l’identità culturale e a creare relazioni.

I musei, i parchi e le aree archeologiche, i monumenti, le gallerie, le biblioteche, gli archivi, le università, i conservatori, le accademie sono “chiamati in gioco” e invitati ad “aprire le danze” per condividere il divertimento delle Giornate Europee del Patrimonio.

Le Giornate Europee del Patrimonio si rivolgono principalmente alle nuove generazioni e agli studenti e ha tra i suoi punti di forza il tema dell’inclusione e dell’accessibilità. Per questo si chiede di avere un’attenzione particolare all’ampliamento dell’accessibilità intesa sia come abbattimento delle barriere architettoniche e sia come superamento del divario culturale.

L’evento, che vede coinvolti tutti i luoghi della cultura statali e non statali, ha visto, nell’Edizione 2018, una straordinaria partecipazione collettiva di Comuni, Musei, Archivi, Biblioteche, Associazioni culturali e Cooperative e ha fatto registrare un largo consenso grazie soprattutto al lavoro instancabile di centinaia di operatori culturali.

L’auspicio, come ogni anno, è quello di superare l’eccezionale risultato ottenuto nell’edizione precedente che ha posto la Sardegna tra le regioni che hanno fatto registrare un maggior numero di adesioni.

Per tali motivi, si invitano gli Enti pubblici e privati interessati ad aderire, promuovendo il proprio patrimonio, con azioni dirette o in collaborazione con questo Polo museale, o con le Soprintendenze competenti per territorio, Uffici con i quali si raccomanda di prendere specifici accordi.

Per l’occasione, i musei e i siti culturali statali, nella giornata di sabato 21, prolungheranno l’apertura di tre ore rispetto all’orario consueto con un biglietto al costo simbolico di 1,00 euro. Nella giornata di domenica 22, invece, osserveranno i consueti orari di apertura. Tali condizioni sarebbe auspicabile fossero estese anche ai Luoghi della cultura non statali per uniformare l’offerta culturale.

Con l’obiettivo di rinnovare la fruttuosa collaborazione e nell’ottica di una sempre crescente cooperazione con l’intero territorio regionale, si chiede di voler far pervenire, entro lunedì 19 agosto 2019, agli indirizzi

pm-sar@beniculturali.it e pm-sar.comunicazione@beniculturali.it

i seguenti materiali:

  1. Scheda “Rilevazioni dati per singolo evento” debitamente compilata e restituita in formato word;
  2. Due o tre immagini in buona risoluzione formato Jpeg con relativa didascalia;
  3. Modulo compilato della “Titolarità dei diritti di immagine”.

Si allegano alla presente:

Scheda eventi da restituire compilata in formato word;

Modulo Titolarità dei diritti di immagine;

Circolare n.31/2019 della Direzione Generale Musei.

L’Ufficio Stampa e Comunicazione del Polo Museale della Sardegna provvederà a garantire un’adeguata informazione di tutti gli eventi tramite il sito del Ministero per i Beni e le Attività culturali e il sito del Polo museale della Sardegna (www.musei.sardegna.beniculturali.it).

È possibile inserire il proprio evento, in autonomia, nel portale delle Giornate europee del Patrimonio all’indirizzo www.europeanheritagedays.com, entro il 29 agosto 2019, utilizzando le credenziali dell’anno precedente, o richiedendone di nuove alla email  dg-mu.servizio2@beniculturali.it.

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Stampa e Comunicazione e-mail pm-sar.comunicazione@beniculturali.it

Maurizio Bistrusso +39 070. 3428 269 Giorgia Deiana +39 070. 3428 270